Contatti:

c/o Confesercenti
Piazza Bernini, 7
t. 0544 292721

coordinatore Giacomo Costantini

Con il patrocinio di:

patrocinio

Invasioni Digitali, ottimo esempio di Web 3.0

Inserito da Giacomo Costantini

Dal 20 al 28 aprile in tutta Italia saranno programmate decine di invasioni digitali in luoghi simbolo del ricco patrimonio artistico e culturale del nostro paese.
Cosa è un’invasione digitale? Tra i miei appunti la definirei così: occupazione di un luogo rappresentativo del patrimonio artistico e culturale italiano con la forza del web. Sia bene inteso che si tratta di un’occupazione pacifica, con l’obiettivo di coinvolgere tante persone nella produzione e condivisione di contenuti tramite le loro connessioni web.

L’idea che parte da Fabrizio Todisco e in meno di un mese ha invaso l’Italia è quanto di più concreto possa definire il Web 3.0 : la narrazione del luogo prescelto sarà frutto dell’esperienza dei partecipanti, che producendo e condividendo online gli stimoli ricevuti dalla visita, diventeranno promotori e interpreti del luogo stesso.
La vera okkupazione non sarà quindi fisica, ma sarà un’okkupazione del racconto online.

A Ravenna l’invasione è stata organizzata da Alessandra Farabegoli, Lidia Marongiu, Nevio Salimbeni e il sottoscritto (per l’occasione i bizantini digitali ;) ). La meta predestinata sarà il museo di Tamo nell’ex chiesa di San Nicolò sabato 20 aprile ore 15 (ritrovo in Piazza del Popolo).

Già diverse persone hanno aderito all’invasione e visto che stai leggendo questo post, sono pronto a scommettere che hai tutte le carte in regola per essere dei nostri! Per organizzarci meglio ti chiedo solo di registrarti qui bit.ly/InvasioniDigitaliRA . Armati di un attrezzo tecnologico (smart phone, tablet o macchina fotografica), che possa favorire la condivisione dell’esperienza alle tue reti sociali e portare a termine l’invasione bizantina sarà un gioco da ragazzi.
L’iniziativa verrà documentata grazie ad un video prodotto dallo staff di Turismo Live.
invasionidigitaliravenna
Invasioni digitali parte così: dalla condivisione del progetto da parte di più persone attraverso il web e che al web consegnerà 100, 1000 e forse più, narrazioni del nostro splendido patrimonio artistico e culturale e cosa più importante e ambiziosa, dimostrerà che è possibile:
1. ripensare il modo di promuovere e di fruire dell’esperienza culturale, sfruttando le opportunità del web e delle tecnologie digitali
2. utilizzare canali e linguaggi, che già sono utilizzati dal visitatore, al fine di favorire conversazioni che vanno oltre alla relazione instaurata con la visità
3. coinvolgere il visitatore nella produzione e valorizzazione della cultura

Ci vediamo sabato 20 aprile ore 15 in piazza del Popolo a Ravenna. Oppure consulta la mappa per trovare l’invasione più vicina.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

/>

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>